SIMPLE PRESENT LAPBOOK

Costruire un lapbook è un modo per riorganizzare e rafforzare le conoscenze esercitando la manualità, le competenze logico spaziali e matematiche.

Il lapbook deve essere pensato e progettato in modo tale da includere tanti elementi quanti sono quelli studiati, per custodirli all’interno di tasche, pagine a soffietto, finestrelle. Per farlo si deve conoscere bene l’argomento e lo si deve suddividere nelle giuste categorie, poi con la creatività si possono realizzare forme e contenitori di molti tipi diversi. A volte basta una pagina di quaderno per racchiudere un minilapbook.

Vi mostro quello realizzato per la forma affermativa, negativa e interrogativa del Simple Present in lingua inglese.

Occorrente: 1 quaderno, 1 foglio A4, forbici, colla

Una parte del lapbook, quella di sinistra deve essere più grande, si ripete poi lo stesso procedimento per la parte di destra che deve essere più stretta. Quando il lapbook è chiuso è visibile la forma affermativa del Simple Present, quando è aperto si può leggere la forma interrogativa o negativa.

Vi occorre un template?

Scaricatelo gratuitamente da qui.

LAPBOOK SIMPLE PRESENT

 

 

ADVERBS of FREQUENCY, MY DIET and Tik Tok

Nel sito www.fluentland.com ho trovato questa bellissima anchor chart per introdurre gli avverbi di frequenza all’interno del topic Daily routine. 

In classe l’abbiamo realizzata in orizzontale e  utilizzata per descrivere le nostre abitudini alimentari.

In seguito agli esercizi di speaking e writing ci siamo esibiti in una Tik Tok challenge in cui, gli allievi che sono iscritti al social e lo utilizzano regolarmente,  si sono sfidati creando balletti a tema “My diet”.

Ai video dovevano aggiungere il testo (frasi al simple present contenenti avverbi di frequenza) e colonna sonora ad hoc in lingua inglese. Gli allievi non iscritti al social network hanno fatto i giudici di gara e hanno votato i vincitori. I criteri di voto sono stati: 1) rispetto dei parametri assegnati nel compito, 2) creatività, 3) correttezza della parte scritta, 4)scelta musicale.

E’ stata anche una buona occasione per parlare di social network, sicurezza e salute online, rischi, dipendenze e potenzialità di questi mezzi.

Articoli correlati:

https://www.boredteachers.com/trending/25-teachers-you-should-be-following-on-tiktok

Si può studiare su Tiktok? Certo che sì: ecco 8 profili da seguire

CACCIA AL TESORO e lezioni a TEMA

Lingua inglese

Questo tipo di esercizio/gioco è perfetto per la didattica a distanza perché permette di ripassare e consolidare lessico, strutture, frasi della lingua straniera.

Ho trovato molto utile anche scegliere un theme per la videolezione che si sposi bene con il topic della caccia al tesoro. Ciò aiuta i bambini a entrare dentro l’argomento. Il theme permette di creare l’attesa e la motivazione alla partecipazione attiva, cioè quell’engagement che a volte, con la didattica a distanza, si perde.

Questo gioco permette ai bambini di muoversi nonostante lo schermo e per questo si divertono un mondo.

Per avere una ricca lista di theme vedi l’articolo Videolezioni divertenti.

Ecco come fare:

  1. Assegnare il theme “…………” e chiedere ai bambini di trovare, creare, indossare un oggetto a seconda del theme scelto per la videolezione. All’inizio della videolezione scattare una foto. Tutte le maestre di classe voteranno l’oggetto più pazzo e originale. Nella lezione successiva si comunica il vincitore.
  2. Spiegare le regole della caccia al tesoro: microfoni chiusi, l’insegnante dice di prendere delle cose per la casa e di tornare davanti alla telecamera per mostrarlo. 
  3. Non vale utilizzare traduttori
  4. Si deve fare in fretta
  5. Le informazioni si chiedono in inglese: fornire una serie di domande da utilizzare ad esempio:“Can you repeat?” “Can you show me the slide again?”…
  6. Dare le istruzioni della caccia al tesoro mostrando la prima slide: Go in the ………. and take…..

L’anno scorso, durante il lockdown, è stato un ottimo modo per ripassare e imparare tante parole della casa.  Vi mostro un esempio:

Potete scaricare gratuitamente la prima “Scavenger Hunt: The house” dedicata alla cucina.

SCAVENGER HUNT – THE HOUSE – kitchen

 

Frasi sulla SCUOLA, DAD e DDI

Frasi sulla scuola e la didattica a distanza.

Le 10 più belle frasi con immagini e cartoline.

Molte di queste frasi sono state prese dalla ricchissima raccolta del sito Aforisticamente.

 

 

L’ORARIO IN INGLESE – TELLING THE TIME

L’ano scorso, per realizzare il video di una lezione asincrona sull’ora in inglese avevo utilizzato questa presentazione.

Presentazione – TELLING THE TIME

Oggi in classe l’abbiamo ripresa per fare qualche semplicissimo esercizio di ripasso. Nulla di particolarmente originale ma forse potrebbe esservi utile.

Vi lascio, come al solito, i materiali da scaricare gratuitamente e i lavori bellissimi dei miei allievi da sfogliare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

DATA E CALENDARIO IN INGLESE

Per ripassare i numeri ordinali e la data in inglese ho riutilizzato una vecchia presentazione che avevo creato durante la quarantena per spiegare l’argomento.

Ecco un’anteprima:

La potete scaricare nella versione completa da qui:

DATES AND CALENDAR

Dopo la spiegazione  abbiamo fatto esercizi orali e sul quaderno per rinforzare il meccanismo e ripassare i numeri ordinali.

Sulla pagina del quaderno abbiamo creato 2 colonne una per UK e una per USA e disegnato le bandiere poi ho chiesto ad ogni bambino di dirmi la data del proprio compleanno nel modo inglese e americano facendo attenzione ad aggiungere le paroline che si dicono ma non si scrivono. Abbiamo  scritto i nostri compleanni nella colonna corrispondente alla bandiera e abbiamo aggiunto con delle nuvolette le paroline che ci servono per dirla in modo corretto. Ecco alcuni dei nostri lavori.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

10 MODI PER USARE SIRI IN CLASSE

Avete mai pensato di far diventare Siri il vostro aiutante, non solo nel vostro telefono o laptop, ma anche nella vostra classe?

Vi propongo alcune idee per rendere la vostra lezione più divertente, sia in lingua inglese che italiana. In particolare nelle lezioni di inglese queste idee saranno stimolanti anche per i bambini che, per timidezza sono più silenziosi nello speaking.

Sicuramente avrete anche voi degli allievi di madrelingua non italiana che spesso hanno bisogno di conoscere il significato di alcune parole meno utilizzate. Troverete qui un aiutino anche per loro.

10 MODI PER USARE SIRI IN CLASSE

  1. Per chiedere il significato delle parole dire: “Qual è la definizione di _________?”
  2. Per fare calcoli dire: “Quanto fa 8+289?”…”Qual è il 20% di …”ecc.
  3. Per fare gare di tabelline dire: “Quanto fa 6×9?” e poi cercare di dare il risultato prima di Siri
  4. Per chiedere informazioni di geografia, storia, scienze, geometria dire: “Qual è la capitale di….?”, “Dove si trova….?”, “In che anno è scoppiata la prima guerra mondiale?”, “Come è un angolo ottuso?”. Spesso Siri aggiunge anche un’immagine alla spiegazione orale.
  5. Per far giochi in cui serve tirare i dadi dire: “Tira un dado con 6 facce”
  6. Per fare giochi in cui serve tirare la moneta dire: “Tira la moneta”

7. Per fare domande sul tempo atmosferico o previsioni del tempo dire: “Che tempo fa?”, “Che tempo farà domani?”, “Qual è la temperatura?” ecc.

8. Per chiedere traduzioni dire: “Come si dice _______ in inglese?” ecc.

9. Per fare conversazione in inglese impostare Siri in lingua inglese e poi chiedere ai bambini di capire la risposta. Si possono chiedere domande sul tempo, la data, su chi sia un personaggio storico, sulla definizione di una parola, sullo spelling, sui numeri, operazioni con i numeri, si può chiedere anche come si legge una parola che si scrive….Ecco esempi di domande che possiamo fare a Siri dopo averla impostata in lingua inglese:What’s the weather like?-What’s the temperature? – What’s the weather forecast?-What’s the date today? – Whan is Easter? – How do you spell ____? – What is 5 plus 4 plus…? – How does W-I-T-C-H spell? – Wha’s the definition of________? – Who is Freddy Mercury? – ….

10. Per tirare su il morale all’insegnante impostare Siri in modo che ci chiami “Mrs Wonderful” “Superteacher” “Signorina Incredibile!”, basta dire: “Cambia il mio soprannome in_____” oppure “Change my nickname in_____”, “Call me ___________from now on”.

Non sai come fare per cambiare la lingua? Chiedilo a Siri direttamente oppure segui le istruzioni.

HALLOWEEN TIME: Frankenstein – lingua inglese

Associato al libro di testo di inglese dell’anno scorso (Story Lane cl.4, Celtic Publishing) c’era un libricino di lettura che non siamo riusciti a leggere e che ci è tornato molto utile in questo periodo di Halloween: Frankenstein.

Ai ragazzi è piaciuto molto. Lo abbiamo letto insieme, una pagina per uno, ponendo l’attenzione prima alla comprensione del testo e poi alla pronuncia.

Ho interrotto la lettura pagina per pagina con domande per verificare la comprensione dei passaggi della storia. Ho poi assegnato le stesse domande  di compito per casa. In questo modo abbiamo fatto esercizio di speaking/reading/listening and writing.

Potete leggere il libro da qui:

Questo slideshow richiede JavaScript.

e scaricare le domande direttamente da qui:

Questa lettura è ricca di aggettivi utili per ampliare il lessico e impreziosire le descrizioni dei personaggi.

Ho infine proposto un esercizio con l’uso di WHY/BECAUSE per spiegare le tante emozioni, a volte in contrasto tra loro, che si susseguono nell’animo del dottore, della creatura e delle persone che si imbattono in lei.

 

Terminata la lettura del libro abbiamo realizzato il lapbook associato al libricino di Frankestein, ma che è facilmente riproducibile con un semplice cartoncino o foglio di album.

Infine ho proposto una verifica:

 

Questo libro ha stimolato delle riflessioni interessanti su come i sentimenti contengano sempre una moltitudine di sfumature e su come a volte una reazione spropositata, un gesto violento, la rabbia, siano l’espressione superficiale di una richiesta di aiuto e di affetto.

Ve lo consiglio vivamente!

LA ZUPPA DI ZUCCA

Per entrare nell’atmosfera autunnale ho letto in classe questa favola di Helen Cooper che racconta una storia di amicizia tra litigate e rappacificazioni in un’atmosfera perfetta per avvicinarci ad Halloween e le sue zucche.

Dal libro ho creato alcuni esercizi per rendere l’ascolto attivo mantenendo alta l’attenzione e altri per la comprensione ed espansione del testo.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vi consiglio questa lettura e le seguenti attività per le classi seconde e terze della scuola primaria.

Il percorso può facilmente diventare trasversale alle due lingue italiano/inglese utilizzando il testo originale “Pumpkin soup” che con l’aiuto di un piccolo Picture Dictionary è di livello adatto ai bambini della scuola primaria.

 

 

Scarica gratuitamente l’attività da qui: LaZuppadiZuccaLetturaComprensione FREE