DIARIO delle vacanze Natalizie

Template da riempire durante le vacanze natalizie.

E’ presente un emozionometro in ogni pagina per registrare le proprie emozioni.

Ho creato questo strumento perchè posso facilmente differenziare i compiti per i miei allievi di classe seconda:

  • alcuni scriveranno un testo completo
  • altri scriveranno solo una o due frasi
  • altri solo una paorla
  • altri faranno solo il disegno

I bambini porteranno a casa il proprio emozionometro per riflettere, prima di scrivere, sull’emozione e il suo grado di intensità.

Puoi scaricare il file del diario delle vacanze da qui:

ADVENT CALENDAR

Scarica il poster da assemblare e appendere in classe poi stabilisci turni per colorare le parole di dicembre e la pallina con il giorno.

Sarà un calendario collaborativo e che aiuterà i bambini a memorizzare il lessico relativo al periodo più bello dell’anno.

Formato gigante, bello da utilizzare per decorare la porta della classe e colorare con le tempere:

Formato medio perfetto come poster per il muro dell’aula e per essere colorato con pennarelli:

Formato pdf da stampare per ogni allievo per uso individuale a casa:

EMOZIONI – educazione emozionale lingua italiana e inglese

Il famoso ispettore Drillo aiuta i bambini a riconoscere in varie situazioni come la nostra interpretazione dei fatti produca un’emozione che fa cambiare il nostro stato d’animo e anche il nostro corpo.

Attraverso la lettura delle indagini di Drillo quest’anno scopriremo come riconoscere le 10 emozioni principali e ne identificheremo l’intensità attraverso l’emozionometro.

Scarica da qui il template:

Per verificare i nostri traguardi giocheremo con le carte delle emozioni in questo modo:

  • a coppie
  • si gira una carta per volta dal mazzo
  • a turno si cerca di indovinare quale emozione ci sia rappresentata, motivando la scelta – esempio: Rabbia perché le sopracciglia sono inarcate, le labbra sono serrate, lo sguardo è infuriato….
  • infine si deve esporre almeno 2 modi (o ricette) per risolvere quell’emozione – esempio: due modi per sconfiggere la paura, per regolare la tristezza, per essere gioiosi, ecc.

Scarica le carte delle emozioni da qui:

Inventeremo storie per ogni emozione illustrando e poi scrivendo la didascalia con l’ausilio di un template e dell’esempio fornito dal libro:

FUMETTI, storie e discorso diretto

Ho scoperto da poco che ai miei alunni piace tantissimo realizzare fumetti e allora ho deciso di proporli come strumento per la comprensione del testo, per lavorare sulla struttura del discorso diretto e sulla punteggiatura da utilizzare.

In classe seconda stiamo lavorando sulle emozioni così per prima cosa ho proposto l’ascolto di questa storia che i bambini hanno seguito con il supporto delle immagini della presentazione che ho creato con Canva:

Storia della rabbia:

Dopo aver parlato di questa emozione i bambini a coppie hanno realizzato, con il template fornito, le sei sequenze più significative della storia, decidendo di far parlare i personaggi attraverso i fumetti. Infine ho chiesto loro di inventare un titolo per la storia ascoltata.

POLAR BEAR – by Eric Carle

POLAR BEAR -ERIC CARLE – attività di speaking-listening-reading e writing basate sul libro

In classe seconda abbiamo già affrontato animali e parti del corpo perciò ho deciso di leggere ai bambini questo libro per iniziare ad associare alle parti del corpo alcuni verbi come ad esempio to HEAR a EAR facendo notare bene la differenza nel suono di queste due parole così simili per noi italiani.

Questo libro offre la possibilità di lavorare sulla struttura:

WHAT DO YOU…..?

e di ripassare nomi di animali, parti del corpo, aggettivi come BIG-SMALL-SHORT-LONG, e i colori.

Ho introdotto anche le strutture IT’S e IT HAS GOT facendo domande alle quali i bambini dovevano rispondere pagina per pagina WHAT ANIMAL IS THIS?…HOW MANY TAIL HAS IT GOT?

ATTIVITA’ DI LISTENING AND SPEAKING

Ho realizzato un genial.ly con le pagine del libro e ho realizzato degli audio divertenti per i versi degli animali. Ovviamente non sembrano per niente i versi veri degli animali del libro, ma i bambini si sono divertiti tantissimo a fare la domanda ad alta voce per sentire quale fosse il verso strano che avevo preparato. Durante l’attività ho utilizzato la SMARTBOARD con il genial.ly e anche il libro cartaceo.

Leggi il libro con questo genial.ly: POLAR BEAR POLAR BEAR WHAT DO YOU HEAR?

La lettura procede così: la maestra fa gli animali e la classe fa la domanda.

students: Polar bear, polar bear what do you hear?

teacher: I hear a lion roaring in my ear.

Prima di procedere con la lettura ho sempre posto queste domande:

  1. What animal is this?
  2. What color is it?
  3. How many legs has it got?
  4. (pointing a part of the body) What is it?
  5. Has it got a big or small nose…(or an other part of the body)?

I bambini sono stati invitati a rispondere con:

  • IT’S…
  • IT HAS GOT…
  • IT’S A……

ATTIVITA’ DI READING AND WRITING

La prossima lezione sarà dedicata al reading and writing con l’utilizzo di questi esercizi che ho creato con Canva:

LA PUNTEGGIATURA – poster per l’aula

Dopo aver lavorato sulla punteggiatura attraverso il dettato, la lettura espressiva, e la scrittura di frasi e brevi testi, siamo pronti ad appendere il nostro poster in classe per ricordare la funzione dei segni di punteggiatura studiati.

Se ti occorresse il poster poi scaricarlo da qui:

AUSTRALIA – curiosità e animali

Con la nostra insegnante madrelingua ho svolto un percorso interdisciplinare italiano/inglese in classe 2° sull’Australia e sugli animali.

In lingua italiana stiamo lavorando sulle descrizioni e in inglese sui colori, animali, verbo essere, aggettivi.

Utilizzando questa presentazione ha raccontato il suo viaggio di tre giorni da Sydney fino al nostro paesino del Piemonte, della bandiera e le sue stelle e degli animali.

Ho scritto alla lavagna i nomi degli animali descritti da Paula e i bambini hanno ritagliato e incollato sul quaderno la bandiera e gli animali presenti nel foglio, associato il nome dell’animale copiandolo accanto al disegno e colorato secondo quanto raccontato dalla Teacher Assistant.

Infine hanno disegnato Paula.

Durante l’ora di italiano hanno descritto i loro animali preferiti utilizzando questa mappa:

In classe quinta la stessa attività è stata sviluppata interamente in inglese. I bambini sono intervenuti facendo molte domande sugli animali poi hanno descritto quelli che preferivano utilizzando la stessa mappa ma in inglese:

Infine di compito a casa svolgeranno una breve ricerca su google per arricchire la mappa con altre curiosità sugli animali scelti e poi prepareranno una breve presentazione orale su un solo animale australiano.

ALFABETIERE DA SCRIVANIA

Alfabetiere in stampatello e corsivo da stampare, plastificare e attaccare sul banco dei nostri allievi per aiutarli nella decodifica dei suoni e dei grafemi durante l’acquisizione della letto-scrittura.

Molti bambini si distraggono quando devono guardare l’alfabetiere appeso al muro. Il movimento oculare, il fatto di dover cercare la lettera in alto, davanti a sé o di fianco (dipende da dove abbiamo appeso l’alfabetiere) può costituire, in certi casi, un grande elemento di distrazione o fatica.

Con l’alfabetiere sul proprio banco invece il movimento degli occhi e della testa si riduce al minimo e quindi anche la distrazione e la fatica.

Puoi scaricare il materiale da qui:

ORDINE ALFABETICO – giochi

GIOCO 1

Con le carte dell’alfabeto ho inventato un gioco in palestra (ma va bene anche svolgerlo in corridoio) per rendere l’apprendimento dell’ordine alfabetico un pochino più movimentato.

Preparazione del gioco:

  1. dividere i bambini in due gruppi: corsivo e stampatello
  2. diporre le carte delle lettere in stampatello (maiuscolo e minuscolo) in un cerchio da un lato della palestra e dall’altro lato, in un altro cerchio, disporre le carte del corsivo
  3. al fondo della palestra, equidistante dai due gruppi disporre un alfabetiere

Scopo del gioco:

disporre in fila le lettere in modo che siano in ordine alfabetico accoppiando maiuscole e minuscole

Modalità gioco:

tutti i bambini devono collaborare a trovare una strategia per organizzare e distribuire i compiti nel gruppo, per disporre le lettere e creare l’orine alfabetico e gli accoppiamenti di lettere maiuscole e minuscole; quando non si ricorda la posizione di una lettera il gruppo può inviare un messaggero a controllare la posizione della lettera nell’alfabetiere per poi comunicarla al gruppo. Il messaggero deve essere sempre un bambino diverso e deve correre fino all’alfabetiere e correre anche per tornare indietro a raggiungere il gruppo.

Alla fine del gioco i gruppi si scambiano di posto: chi aveva riordinato lo stampatello passerà al corsivo e viceversa.

GIOCO 2

Preparazione:

  • stampare il file delle parole per ogni gruppo.
  • ritagliare e creare per ogni gruppo un gruppetto di parole (le stesse per ogni gruppo)
  • Dividere i bambini in gruppi e assegnare un mucchietto di parole uguale ad ogni gruppo

Scopo del gioco:

mettere in ordine alfabetico le parole e trovare una strategia per quelle che iniziano con la stessa iniziale.