PICTURE BOOKS

Da quando ho iniziato ad insegnare inglese nella scuola primaria ho iniziato ad amare i picture books. Sono una fonte di grande ispirazione.

Da un libro possono nascere lezioni, unità didattiche e interi corsi. I bambini li amano e adorano ascoltare la lettura di un bel libro. Sono uno strumento economico in termini di costi, pianificazione e parole, ma hanno una potenza evocativa che pochi altri strumenti riescono ad avere.

Ci sono tre siti che meritano di essere salvati tra i preferiti perché forniscono anche suggerimenti e risorse per insegnanti:

PPELT – Picture books in European Primary Teaching Language Teaching

TINY OWL

Picture books in ELT

Una vastissima libreria di picture books animati e digitali è Vooks. Il sito offre una versione free trial di 30 giorni dopo i quali richiede di abbonarsi per 4.99 dollari al mese. Ho utilizzato molto questo sito durante il lockdown perché regalava l’abbonamento annuale agli insegnanti. E’ davvero una riserva inesauribile di libri per tutte le fasce di età ed argomenti, ben animati e con la trascrizione simultanea che aiuta molto i bambini nell’esercizio della lettura in L2. Per molti testi ci sono attività già pronte e risorse da utilizzare in classe. E’ perfetto per essere integrato nelle piattaforme Educational.

 

 

 

 

CHRISTMAS escape room

In questo periodo, in classe quinta, abbiamo lavorato tanto sugli indizi, sulle inferenze, sul racconto giallo. I miei allievi adorano questi argomenti, si divertono tantissimo ad indagare e hanno grande soddisfazione nel risolvere gli indovinelli e le situazioni problematiche che vengono proposte.

Prima di andare in vacanza ho deciso di fare con loro una Escape Room  a tema natalizio. Il gioco consiste nel trovare il sacco che Santa Claus ha perso per l’Europa e ciò permetterà di unire unire quello che abbiamo studiato di inglese al tema dell’Europa che stiamo approcciando in educazione civica.

I bambini dovranno risolvere problemi e trovare indizi passando da un paese all’altro, da una tradizione all’altra. Se non riusciranno a risolverli resteranno bloccati in uno stato Europeo, non riusciranno a trovare i regali in tempo e il Natale sarà rovinato.

I prerequisiti necessari per questo gioco sono i nomi delle nazioni europee e le più note tradizioni Natalizie dei vari paesi.

Si deve decidere in quante squadre dividere la classe e poi stampare per ogni squadra il materiale.

A noi piace giocare in palestra così è più facile mantenere la distanza di sicurezza e avere spazio per muoversi e  parlare senza essere ascoltati dalle altre squadre.

Prima di iniziare il gioco  si dovrà stampare e organizzare tutto il materiale nelle buste. In ogni busta dovrà esserci la carta di collegamento e un pezzo di puzzle come indicato nelle istruzioni.

L’insegnante gestirà le carte degli indizi e le buste delle postazioni:

Poi posizionerà questo materiale nella postazione di ogni squadra che potrà accedervi solo dopo aver risolto gli indizi:

L’insegnante terrà per sé le carte degli indizi e l’ultima busta. Le consegnerà alle squadre solo se le soluzioni che daranno via via nel gioco saranno corrette.

Agli studenti verrà consegnato questo materiale:

Mentre risolvono il gioco colorano nella mappa i paesi che hanno visitato e assemblano i pezzi del puzzle che trovano nelle buste. Alla fine del gioco il puzzle rivelerà il nome del paese in cui si trova il sacco di Santa Claus.

Scarica da qui il materiale:

Istruzioni_Christmas_Escape_room

Carte_indizi_Puzzle_Buste_Christmas_Escape_room

Carte_collegamento_Christmas_Escape_room

Il divertimento è assicurato. Correte a salvare il Natale!!!

CHRISTMAS MINIBOOK

Adoro i minibook. Sono un modo divertente per esercitarsi nella lettura e pronuncia delle parole nuove, rinforzare il vocabolario già studiato e fortificare l’apprendimento della sintassi mentre si ritaglia, colora, completa e crea.

Per imparare il lessico di Christmas e ripassare quello della famiglia questo minibook sarà una lettura perfetta per le vacanze di Natale.

SCARICALO GRATUITAMENTE DA QUI:

Christmas mini book

CONVERSATION PUZZLE

Un semplice giochino che è piaciuto tanto ai miei alunni di classe terza per ripassare le strutture di una semplice conversazione in inglese è il Conversation Puzzle.

Tempo: 1 ora

Occorrente: forbici, colla, quaderno

Prima di iniziare: fotocopiare il puzzle per tutti gli studenti poi ritagliare le tesserine e consegnarle in ordine sparso. Far in modo che i bambini abbiano il banco libero per poter ritagliare e muovere le tesserine con facilità.

Chiedere ai bambini di ritagliare bene le tesserine sul contorno per fare bene l’incastro. Spiegare che si parte dalla tessera con il lato verticale dritto.

Quando le tessere sono pronte i bambini possono iniziare a fare gli incastri. L’insegnante passa tra i banchi lasciando gli incastri corretti da una parte e rimescolando le tessere che non sono state ben associate.

Si procede così finché tutte le tessere sono unite correttamente. Infine vengono incollate sul quaderno.

Scarica il materiale da qui: Conversation puzzle

SIMPLE PRESENT LAPBOOK

Costruire un lapbook è un modo per riorganizzare e rafforzare le conoscenze esercitando la manualità, le competenze logico spaziali e matematiche.

Il lapbook deve essere pensato e progettato in modo tale da includere tanti elementi quanti sono quelli studiati, per custodirli all’interno di tasche, pagine a soffietto, finestrelle. Per farlo si deve conoscere bene l’argomento e lo si deve suddividere nelle giuste categorie, poi con la creatività si possono realizzare forme e contenitori di molti tipi diversi. A volte basta una pagina di quaderno per racchiudere un minilapbook.

Vi mostro quello realizzato per la forma affermativa, negativa e interrogativa del Simple Present in lingua inglese.

Occorrente: 1 quaderno, 1 foglio A4, forbici, colla

Una parte del lapbook, quella di sinistra deve essere più grande, si ripete poi lo stesso procedimento per la parte di destra che deve essere più stretta. Quando il lapbook è chiuso è visibile la forma affermativa del Simple Present, quando è aperto si può leggere la forma interrogativa o negativa.

Vi occorre un template?

Scaricatelo gratuitamente da qui.

LAPBOOK SIMPLE PRESENT

 

 

ADVERBS of FREQUENCY, MY DIET and Tik Tok

Nel sito www.fluentland.com ho trovato questa bellissima anchor chart per introdurre gli avverbi di frequenza all’interno del topic Daily routine. 

In classe l’abbiamo realizzata in orizzontale e  utilizzata per descrivere le nostre abitudini alimentari.

In seguito agli esercizi di speaking e writing ci siamo esibiti in una Tik Tok challenge in cui, gli allievi che sono iscritti al social e lo utilizzano regolarmente,  si sono sfidati creando balletti a tema “My diet”.

Ai video dovevano aggiungere il testo (frasi al simple present contenenti avverbi di frequenza) e colonna sonora ad hoc in lingua inglese. Gli allievi non iscritti al social network hanno fatto i giudici di gara e hanno votato i vincitori. I criteri di voto sono stati: 1) rispetto dei parametri assegnati nel compito, 2) creatività, 3) correttezza della parte scritta, 4)scelta musicale.

E’ stata anche una buona occasione per parlare di social network, sicurezza e salute online, rischi, dipendenze e potenzialità di questi mezzi.

Articoli correlati:

https://www.boredteachers.com/trending/25-teachers-you-should-be-following-on-tiktok

Si può studiare su Tiktok? Certo che sì: ecco 8 profili da seguire

CACCIA AL TESORO e lezioni a TEMA

Lingua inglese

Questo tipo di esercizio/gioco è perfetto per la didattica a distanza perché permette di ripassare e consolidare lessico, strutture, frasi della lingua straniera.

Ho trovato molto utile anche scegliere un theme per la videolezione che si sposi bene con il topic della caccia al tesoro. Ciò aiuta i bambini a entrare dentro l’argomento. Il theme permette di creare l’attesa e la motivazione alla partecipazione attiva, cioè quell’engagement che a volte, con la didattica a distanza, si perde.

Questo gioco permette ai bambini di muoversi nonostante lo schermo e per questo si divertono un mondo.

Per avere una ricca lista di theme vedi l’articolo Videolezioni divertenti.

Ecco come fare:

  1. Assegnare il theme “…………” e chiedere ai bambini di trovare, creare, indossare un oggetto a seconda del theme scelto per la videolezione. All’inizio della videolezione scattare una foto. Tutte le maestre di classe voteranno l’oggetto più pazzo e originale. Nella lezione successiva si comunica il vincitore.
  2. Spiegare le regole della caccia al tesoro: microfoni chiusi, l’insegnante dice di prendere delle cose per la casa e di tornare davanti alla telecamera per mostrarlo. 
  3. Non vale utilizzare traduttori
  4. Si deve fare in fretta
  5. Le informazioni si chiedono in inglese: fornire una serie di domande da utilizzare ad esempio:“Can you repeat?” “Can you show me the slide again?”…
  6. Dare le istruzioni della caccia al tesoro mostrando la prima slide: Go in the ………. and take…..

L’anno scorso, durante il lockdown, è stato un ottimo modo per ripassare e imparare tante parole della casa.  Vi mostro un esempio:

Potete scaricare gratuitamente la prima “Scavenger Hunt: The house” dedicata alla cucina.

SCAVENGER HUNT – THE HOUSE – kitchen

 

Frasi sulla SCUOLA, DAD e DDI

Frasi sulla scuola e la didattica a distanza.

Le 10 più belle frasi con immagini e cartoline.

Molte di queste frasi sono state prese dalla ricchissima raccolta del sito Aforisticamente.

 

 

L’ORARIO IN INGLESE – TELLING THE TIME

L’ano scorso, per realizzare il video di una lezione asincrona sull’ora in inglese avevo utilizzato questa presentazione.

Presentazione – TELLING THE TIME

Oggi in classe l’abbiamo ripresa per fare qualche semplicissimo esercizio di ripasso. Nulla di particolarmente originale ma forse potrebbe esservi utile.

Vi lascio, come al solito, i materiali da scaricare gratuitamente e i lavori bellissimi dei miei allievi da sfogliare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

DATA E CALENDARIO IN INGLESE

Per ripassare i numeri ordinali e la data in inglese ho riutilizzato una vecchia presentazione che avevo creato durante la quarantena per spiegare l’argomento.

Ecco un’anteprima:

La potete scaricare nella versione completa da qui:

DATES AND CALENDAR

Dopo la spiegazione  abbiamo fatto esercizi orali e sul quaderno per rinforzare il meccanismo e ripassare i numeri ordinali.

Sulla pagina del quaderno abbiamo creato 2 colonne una per UK e una per USA e disegnato le bandiere poi ho chiesto ad ogni bambino di dirmi la data del proprio compleanno nel modo inglese e americano facendo attenzione ad aggiungere le paroline che si dicono ma non si scrivono. Abbiamo  scritto i nostri compleanni nella colonna corrispondente alla bandiera e abbiamo aggiunto con delle nuvolette le paroline che ci servono per dirla in modo corretto. Ecco alcuni dei nostri lavori.

Questo slideshow richiede JavaScript.