BIBLIOTECA di classe

Grazie al buono decenti mi sono tolta lo sfizio di creare la mia biblioteca di classe. Ho sempre faticato nel trovare un numero di libri in stampato maiuscolo sufficienti a soddisfare il fabbisogno delle mie classi prime nella biblioteca del paese così ho deciso di creare biblioteca tutta mia e dei bambini, con i libri della nostra classe, con il nostro sistema di prestito e con la nostra tessera “di lettura”.

Ho creato un sistema di catalogazione che è formato semplicemente

  • da un numero che indica il livello di difficoltà: 1 indica appunto il livello delle prime letture in stampato maiuscolo;
  • e da un numero preceduto da # per indicare il numero del libro: #1,#2,#3, ecc.

Usando l’applicazione Google Fogli (o Excel) ho creato un’inventario di tutti i libri che ho acquistato e una scheda per registrare il prestito agli allievi:

Da qui potete creare nel vostro drive una copia delle tabelle per l’inventario dei libri e la registrazione del prestito:

https://docs.google.com/spreadsheets/d/11u0h5i-oCyr4M8fB-S2_VMEPXMBKbcEf6sQzu9reRUU/edit?usp=copy

Infine ho creato una tessera di lettura che ogni bambino porterà con sé a casa insieme al libro scelto. Su questa tessera verrà registrata, da una persona della famiglia, la lettura fatta dal bambino, cioè, chiederò alle famiglie di ascoltare, anche in modo informale, ad esempio mentre si prepara la cena, o mentre si sta facendo un lavoro poco impegnativo, il proprio figlio mentre legge e poi registrare con un firma sulla tessera di essere stato testimone della lettura da pag…a pag…

Da questo link potete creare nel vostro drive una copia delle etichette per i libri e della tessera di lettura e modificarle a piacimento:

https://docs.google.com/presentation/d/1q2ptykpg2X01aupHn_GEQD6el8LcsOO9rs10d2y28II/edit?usp=copy

Mi auguro di coinvolgere tutta i membri delle famiglie dei bambini nella magia dell’imparare a leggere che stanno vivendo in questo periodo della loro vita.

GIORNATA degli ALBERI – consigli di lettura

Tre libri per raccontare gli alberi da tutti i punti di vista.

AUTUNNO – della zucca non si butta via niente

Questi due mesi saranno dedicati alla zucca in tutte le sue forme. Con le colleghe di team abbiamo deciso di creare dei percorsi mensili con tema la frutta e verdura di stagione. Da metà Ottobre a metà Novembre lavoreremo sulla zucca.

Durante lo svolgimento delle varie fasi facciamo descrivere la zucca e i suoi semi proponendo nuovi aggettivi, poi facciamo ripercorrere le fasi eseguite compilando la scheda.

Racconterò la storia del libro utilizzando la mia traduzione in italiano e le attività che propongo in questo articolo

https://maestrasabretta.com/2020/10/14/la-zuppa-di-zucca/

La lettura sarà accompagnata dalle immagini del video: https://www.youtube.com/watch?v=I_yFFlUNUVU

Per scaricare queste bellissime attività di lingua inglese segui questi link:

https://www.teacherspayteachers.com/Product/PUMPKIN-LIFE-CYCLE-874485?st=0c2e952c3f76078d785e37896b261ac9

https://www.teacherspayteachers.com/Product/Sequencing-with-Pumpkin-Life-Cycle-War-card-game-center-843842?st=0c2e952c3f76078d785e37896b261ac9

https://www.teacherspayteachers.com/Product/Pumpkin-Activities-Pumpkin-Life-Cycle-Flip-book-1494234?st=0c2e952c3f76078d785e37896b261ac9

GIORNATA MONDIALE DELLE API

La giornata mondiale delle api è stata istituita dalle Nazioni Unite nel 2017 e si è festeggiata per la prima volta il 20 maggio 2018. La Slovenia ha avuto un ruolo importante nel sollecitare l’ONU a riconoscere ufficialmente l’importanza di questa giornata per sensibilizzare alla salvaguardia api.

In Slovenia l’apicoltura è molto importante ed è stata la prima nazione a vietare i pesticidi nel proprio territorio.

Per prepararci a questa giornata abbiamo svolto un percorso interdisciplinare di lingua italiana e inglese, scienze, tecnologia, arte.

Abbiamo letto le avventure dell’ape Valentina in missione per capire perché le api stiano male. Durante questo viaggio insegna a capire cosa è dannoso per l’ecosistema e quali cose si devono fare per aiutare le api a sopravvivere.

LINGUA INGLESE (CLIL): abbiamo realizzato un minibook sul ciclo vitale dell’ape, le sue caratteristiche generali, la descrizione delle parti del corpo dell’ape, la danza che utilizza per comunicare.

Scarica il minibook da qui:

Infine nel libro “Il mio pianeta – Api” abbiamo trovato le risorse utili a soddisfare le nostre curiosità e tanti spunti per sperimentare e creare.

Il percorso si concluderà alla fine del mese di maggio con la realizzazione di un lapbook (creazione della super maestra Antonella Ventimiglia), un incontro con un apicoltore locale e la visita alle sue arnie.

Per il lapbook utilizzeremo le bellissime idee di questi siti:

https://www.google.com/amp/s/sololapbook.wordpress.com/2014/02/10/le-api/amp/

https://sololapbook.wordpress.com/crea-il-tuo-lapbook/modelli-base/

Seguimi anche su Instagram:

https://www.instagram.com/maestra_sabretta/

BIOGRAFIA in una borsa

Per le vacanze di Pasqua ho proposto ai miei allievi la lettura di una biografia. Molti hanno optato per l’acquisto di un libro della collana “I Grandissimi”, una ricca raccolta di biografie dell’Einaudi Ragazzi che trovo molto interessante.

Ho chiesto ai bambini di preparare una presentazione sulla vita del personaggio che hanno deciso di approfondire con la lettura del libro.

Nella consegna ho richiesto di preparare una borsa con oggetti rappresentativi di alcune caratteristiche o momenti importanti della vita del personaggio. Ho spiegato ai bambini che li avrebbero utilizzati e mostrati alla classe durante l’esposizione orale tirandoli fuori dalla borsa uno per volta.

Il momento della condivisione del contenuto delle borse e dei racconti è stato molto intenso. L’utilizzo dei realia permette al bambino di narrare i fatti seguendo un filo del discorso che si è preparato, di fissare le parti importanti o quelle che lo hanno colpito di più, di catturare l’attenzione del pubblico che ascolta e di sintetizzare in modo “concreto” quanto letto.

Consiglio vivamente questo tipo di verifica della lettura perché ai bambini piace molto, è un’attività inclusiva perché ogni bambino può leggere e presentare in base al proprio livello e l’effetto “wow” nell’esposizione è assicurato.

Seguimi anche su Instagram:

https://www.instagram.com/maestra_sabretta/

DANTEDì

Il giorno in cui, secondo gli studiosi, Dante Alighieri inizia il suo viaggio nell’aldilà, è il 25 marzo. Quest’anno è un anno particolare per festeggiare il Dantedì perché ricorrono i 700 anni dalla morte del sommo poeta. In classe perciò abbiamo cominciato l’argomento a partire da febbraio, quando, in occasione di San Valentino, abbiamo svolto un lavoro di gruppo sulla storia di Paolo e Francesca e i grandi amori della letteratura.

In didattica a distanza abbiamo studiato la biografia di Dante e la struttura e trama delle tre cantiche.

Grazie al bellissimo lavoro della Maestra Filo ho realizzato una serie di slide per presentare Dante e la Divina Commedia che potete scaricare da qui. Per esercitare le competenze digitali ho richiesto ai miei studenti di ricercare musiche e immagini da associare ad ogni cantica e di caricarle sullo stream della Classroom. I risultati sono stati strabilianti. Abbiamo riprodotto il famoso ritratto di Dante utilizzando la tecnica della riduzione/ingrandimento in scala.

L’argomento del viaggio nell’aldilà ha suscitato un grandissimo interesse così ho proposto un approfondimento grazie al lavoro della maestra Giorgia (ig: teacher_Giorgia).

Ogni allievo ha poi creato il proprio lapbook dell’inferno seguendo le istruzioni e utilizzando i template di: https://ilpettirossocheride.blogspot.com/2019/01/dante-allinferno-nuovo-lapbook.html

Dopo aver studiato l’inferno i bambini hanno iniziato a confrontare il mondo in cui viveva Dante e quello in cui viviamo noi, e dai discorsi e dalle loro curiosità è nata l’esigenza di scrivere le 13/18 righe utilizzando gli incipit suggeriti dallo studio dei peccati e delle pene dell’inferno:

  1. Cosa o chi metteresti nell’inferno se fossi Dante? Perché? In quale girone?
  2. Chi porteresti con te se fossi Dante e dovessi compiere questo lungo e avventuroso viaggio?

Dopo tutte queste attività siamo finalmente arrivati al giorno dei festeggiamenti: il 25 marzo 2021.

Ogni bambino si è preparato per la #dantechallenge, ovvero una sfida a colpi di versi. Ognuno di loro ha imparato a memoria alcuni versi tra quelli proposti dalla maestra o cercati in modo autonomo e si è sfidato in videolezione recitandoli.

Il percorso si è concluso con l’analisi infernale su Jamboard. Abbiamo cercato di fare l’analisi logica dei primi versi dell’Inferno. Non è stato semplice ma ci siamo riusciti!

Seguimi anche su Instagram:

https://www.instagram.com/maestra_sabretta/

THE DAY THE CRAYONS QUIT

Questo divertentissimo libro di Drew Daywalt, illustrato da Oliver Jefferson, racconta la storia di come e perché un giorno i pastelli di Ducan si siano ribellati smettendo di colorare. Ogni pagina è una lettera scritta da un colore diverso che protesta perché lavora troppo, perché si sente trascurato, perché Duncan lo usa solo per fare i contorni o perché si sente meno importante di altri colori.

Si può leggere in classe o ascoltare la lettura animata di Books alive su YouTube:

E’ un libro che si presta a tantissime attività interdisciplinari.

Ve ne propongo alcune di lingua inglese e italiana:

TIPOLOGIA: testo espressivo-emotivo

GENERE: epistolare – lettera

VOCABULARY – VERBS: quit, work, be, fill, color, write

VOCABULARY – COLOURS: red, purple, beige, light brown, dark tan, gray, white, black, green, yellow, orange, blue, pink, peach

VOCABULARY- ADJECTIVES: big, tiny, empty, gorgeous, excited, bright

GAME – BUILD UP VOCABULARY: scrivi tutti gli oggetti che conosci di colore…/ tempo: 2 minuti/vince chi ha scritto più parole

IDIOMS: I’m going to completely lose it: perdere la calma / Don’t get me started: esclamazione per introdurre un argomento che non ci piace / Give me a break: dammi tregua / Driving us crazy: ci fai diventare matti

SPEAKING: which is the happiest crayon in your pencil case? / Which is the saddest? / and the most tired? / and the angriest? / why?

WRITING: write a letter to your best friend

COMPRENSIONE DEL TESTO: qual è il messaggio dell’autore? / che cosa hai capito di Ducan leggendo questo libro?

INFERENZE: in quale delle lettere c’è del sarcasmo? / che cosa intende dire realmente il pastello? / come lo hai capito?

EDUCAZIONE ALL’AFFETTIVITÀ: dopo la lettura discutere in classe di come tutti i pastelli siano diversi tra loro ma anche uguali. Portare i bambini a confrontarsi esponendo come e perché siano tra loro uguali e diversi. Individuare ed esplorare i sentimenti dei vari pastelli: come si sente il colore….? tu come ti saresti sentito? cosa avresti detto a Ducan?

EXTRA IDEA: 1) testo fantastico: che cosa scriverebbero il tuo temperino, il tuo righello, la tua penna rossa e la tua matita se potessero farlo? 2) testo argomentativo: quale pastello dovrebbe smetter di colorare secondo te? Perché?

Ci sono anche moltissimi materiali già pronti in rete. Eccone alcuni che ho selezionato per voi:

READING AND COMPREHENSION: indovinelli 

LAPBOOK:

 attività per consolidare il vocabolario relativo ai colori

 

 

 

WRITING AND RECYCLING PROJECTS  :materiale scaricabile gratuitamente

Seguimi anche su Instagram:

https://www.instagram.com/maestra_sabretta/

 

 

 

 

 

LE AVVENTURE DI MOMO – intervista con l’autrice

Ho avuto il piacere di parlare con l’autrice di questi bellissimi libri per bambini che si è raccontata al telefono.

“Mi chiamo Vanessa Leone nasco come giornalista nel settore dell’informazione. Dopo questa esperienza ho pensato di dedicarmi alla scrittura e ho deciso che i miei lettori avrebbero dovuto essere i bambini. Il personaggio dei miei libri si chiama Momò. Momò non assomiglia ai classici supereroi con i superpoteri che tutti conosciamo, ma al contrario è un personaggio goffo e impacciato. L’idea è quella di scrivere storie che abbiano come tema la diversità e che facciano capire come ogni bambino possa essere aiutato da Momò nel superare le sue paure e nel trovare la soluzione ai suoi piccoli grandi problemi. Momò è diverso da noi. Ma nonostante sia diverso ci comprende molto più di un simile. Spesso è un occhio diverso, qualcuno lontano da noi che ci vede meglio. L’esempio è quello dello specchio. Se siamo vicini allo specchio non ci vediamo. Più ci allontaniamo, più ci mettiamo a fuoco. Solo guardando le situazioni da una prospettiva lontana, e a volte diversa, si possono vedere le cose in maniera chiara. Durante il lockdown ho scritto il seguito di Momò. L’idea  mi è venuta dall’incontro con Salvatore, un bambino con un occhio “tappato”. Viveva con difficoltà il suo problema ed io ho provato un grande senso di impotenza. Ho pensato a Momò: lui avrebbe saputo cosa dire a questo bambino! Sono tornata a casa e ho scritto il secondo libro “Il ritorno di Momò”.

Momò osserva e aiuta i bambini a trovare da soli la soluzione ai loro piccoli e grandi problemi, offrendo spunti di riflessione semplici ma originali. Il tema di fondo è quello delle emozioni, diversità, sentimenti.

Nel secondo libro Momò torna sulla terra per aiutare i bambini di una scuola. Il tema è quello della condivisione. Il libro si presta moltissimo anche come punto di partenza per un percorso di avvicinamento alle lettere e al loro riconoscimento. E’ una lettura adatta dalla scuola dell’infanzia e ai primi due anni della scuola primaria.

Seguimi anche su Instagram:

https://www.instagram.com/maestra_sabretta/

 

 

I GRANDI AMORI DELLA LETTERATURA

 

Per San Valentino ho preparato un’attività di cooperative learning sui grandi amori della letteratura.

FASI DI LAVORO

  1. Dividere la classe in gruppi di 4-5 bambini
  2. Fornire ad ogni gruppo il testo, le istruzioni di lavoro e la scheda per definire il progetto di lavoro
  3. Fornire i tempi di lavoro: 2 ore per la prima parte (leggere, comprendere, definire e dividere i compiti), 1 ora e 30 per la seconda parte (assemblare i materiali, prove di esposizione), 1 ora per l’ultima fase (esporre il lavoro alla classe)
  4. Ogni persona del gruppo dovrà (a casa come compito) ricercare materiale (stampare foto, fare ricerche, aggiungere informazioni, portare a scuola libri o film,…) per arricchire l’elaborato che il gruppo dovrà presentare
  5. Decidere insieme ai gruppi quanti giorni siano necessari alla restituzione del progetto
  6. Esposizione dei progetti

 

Nelle prossime settimane pubblicherò gli elaborati dei miei alunni. Ho intenzione di iniziare l’attività questa settimana assegnando parte del lavoro per le vacanze di carnevale e definire il momento della restituzione subito dopo le vacanze di carnevale.

Se avete voglia anche voi di provare questa attività potete scaricare il materiale dal link qui sotto.

I grandi amori della letteratura

Seguimi anche su Instagram:

https://www.instagram.com/maestra_sabretta/